Condizioni generali di vendita e fornitura di elumatec AG

(Ultimo aggiornamento: maggio 2017)

1. Principi generali

1.1 Le seguenti condizioni si applicano a tutte le offerte da noi presentate e a tutte le transazioni da noi concluse con l'acquirente, anche nel caso in cui vengano concluse per vie elettroniche. Non si applicano le condizioni generali di vendita dell'acquirente o di terzi, anche se non ne contraddiciamo la validità nel singolo caso separatamente, a meno che non se ne dia espressa conferma scritta nel singolo caso. Se esiste un accordo quadro tra noi e l'acquirente (in particolare un accordo globale), in caso di clausole contraddittorie è prioritario l'accordo quadro.

1.2 Tutte le nostre offerte sono non impegnative e non vincolanti, a meno che non siano espressamente dichiarate impegnative o non contengano una scadenza di accettazione definita. Possiamo accettare ordini o incarichi da parte dell'acquirente entro dieci giorni.

1.3 A fare testo per il contenuto del contratto (in particolare per prezzi, oggetto della fornitura, tempi di fornitura, altre scadenze e condizioni commerciali) è la nostra conferma d'ordine scritta. Tutti gli altri accordi hanno solo una validità secondaria. In particolare, gli accordi verbali o le contrattazioni precedenti alla stipula del contratto sono giuridicamente non vincolanti e vengono sostituiti dal contratto scritto, a meno che da essi non risulti espressamente chiaro che continuano ad avere carattere vincolante. Modifiche e integrazioni successive del contratto valgono solo se da noi confermate per iscritto.

1.4 I documenti allegati all'offerta come immagini, disegni, specifiche di pesi e misure valgono solo a titolo di riferimento approssimativo, a meno che non siano espressamente dichiarati vincolanti. Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche alla costruzione e alla configurazione tecnica. Su disegni, documentazioni e altri documenti deteniamo il diritto di proprietà intellettuale, compresi tutti i diritti amministrativi. Non devono essere resi accessibili a terzi o utilizzati in altro modo senza il nostro previo consenso scritto. L'acquirente ha l'obbligo di trasmettere a terzi i progetti da noi indicati come confidenziali solo con il nostro consenso. 

1.5 Ogni consegna all'acquirente pressuppone la consegna corretta e puntuale da parte dei nostri fornitori, anche relativamente alle materie prime occorrenti e ai prodotti di partenza necessari per realizzare i prodotti da consegnare all'acquirente. Se tale consegna non avviene o non è puntuale, ne daremo tempestiva comunicazione all'acquirente e avremo il diritto di recedere dal contratto entro una scadenza adeguata. Se recediamo dal contratto, rimborseremo immediatamente all'acquirente eventuali pagamenti già ricevuti.

2. Prezzi / pagamento

2.1 In assenza di accordi particolari, i prezzi si intendono senza sconti né riduzioni di altro genere, franco fabbrica di Mühlacker-Lomersheim, comprensivi di carico ma non comprensivi di confezionamento, e al netto dell'IVA prevista dalla legge. In assenza di accordi particolari, il pagamento per la fornitura di macchine utensili dovrà essere effettuato come segue: 60% di anticipo al ricevimento della conferma d'ordine, 30% al momento della comunicazione all'acquirente che i pezzi principali sono pronti per la spedizione, 10% dopo la messa in esercizio, e comunque non oltre 14 giorni dal passaggio dei rischi.

2.2 Se l'acquirente omette un'azione di sua competenza mettendoci nella condizione di non poter prestare (nei termini concordati) il servizio, o se omette un pagamento in scadenza o viene messo in mora, possiamo definire una scadenza adeguata per l'adempimento del contratto vincolata alla minaccia della revoca del contratto nel caso in cui la scadenza trascorra senza che le inadempienze siano state risolte; la scadenza fissata vale anche come sollecito di pagamento ai sensi del § 286 del codice civile tedesco (BGB). Se trascorsa tale scadenza l'acquirente non ha recuperato l'inadempienza, possiamo revocare il contratto e disporre in altro modo dell'oggetto della fornitura. In caso di revoca di questo tipo, potremo esigere l'intero prezzo di acquisto. Saranno dedotti i pagamenti già effettuati nonché il valore di quei pezzi riutilizzabili senza modifiche. Se l'inadempienza dell'acquirente è dovuta a cause di forza maggiore, potremo richiedere solo i costi da noi sostenuti fino alla revoca e da noi non più sottraibili. Sono fatti salvi gli altri diritti di legge (es. diritti di richieste di indennizzi in caso di violazione dolosa da parte dell'acquirente).

2.3 Nel caso in cui, dopo la stipula del contratto, venissimo a conoscenza di circostanze concrete e oggettivamente documentabili riguardanti l'acquirente/l'utente o il loro Stato per le quali i nostri diritti secondo principi commerciali non ci appaiono più sufficientemente garantiti, avremo il diritto di adempiere ai nostri obblighi contrattuali solo dopo aver ricevuto altri anticipi o garanzie da parte dell'acquirente. Se l'acquirente non esaudisce la nostra richiesta di ulteriori anticipi o prestazioni di garanzie entro un termine fissato in misura ragionevole, avremo il diritto di recedere dal contratto.

2.4 Sono escluse le compensazioni o le trattenute di pagamenti per rivendicazioni dell'acquirente (es. reclami dovuti a vizi), a meno che tali rivendicazioni siano incontestate o passate in giudicato.

3. Tempi di consegna e ritardi nella consegna

3.1 Il termine di consegna decorre dall'invio della conferma dell'ordine, ma non prima della consegna dei documenti, delle autorizzazioni, delle approvazioni di competenza dell'acquirente e del ricevimento di un anticipo concordato. Se non si indicano altri termini di consegna o nessun tempo di consegna, si applica un termine di sei settimane dalla presentazione della conferma dell'ordine, se in tale data si è in possesso di tutti i documenti, le autorizzazioni, le approvazioni di competenza dell'acquirente e se si è ricevuto anche il pagamento di un anticipo concordato; in caso contrario sei settimane dall'adempimento dell'ultima condizione.

3.2 Il termine di consegna si intende rispettato, se entro la scadenza l'oggetto della fornitura ha lasciato la fabbrica o se è stato dichiarato pronto per la spedizione.

3.3 Il termine di consegna si prolunga in misura ragionevole in caso di eventi legati a lotte sindacali, in particolare scioperi e picchettaggi, nonché qualora sopravvengano impedimenti imprevisti che non dipendono dalla volontà del fornitore, se tali impedimenti hanno effetti notevoli e dimostrabili sulla predisposizione o la consegna dell'oggetto della fornitura.

3.4 Abbiamo il diritto di effettuare consegne parziali o di prestare servizi parziali, se tale prestazione parziale sia applicabile per l'acquirente nell'ambito delle finalità contrattuali, se la consegna finale viene garantita e se la prestazione parziale non comporta notevoli impegni aggiuntivi e nessun costo supplementare all'acquirente (a meno che tali costi non siano sostenuti da noi).

3.5 Se la spedizione viene ritardata su richiesta o su disposizione dell'acquirente, gli saranno fatturati a partire da un mese dopo aver notificato che la merce è pronta per la spedizione i costi derivanti dall'immagazzinaggio, in caso di immagazzinaggio presso il nostro stabilimento, e comunque almeno lo 0,5% dell'importo della fattura per ogni mese di immagazzinaggio dalla notifica della pronta consegna della merce. Sono fatte salve la rivendicazione e la certificazione di altri costi di magazzino da parte nostra o di costi minori di magazzino da parte dell'acquirente. Abbiamo però il diritto, trascorsa una scadenza ragionevolmente fissata, di disporre in altro modo dell'oggetto della fornitura e di eseguire la consegna all'acquirente con un termine adeguatamente prolungato.

3.6 Il rispetto del termine di consegna presuppone l'adempimento degli obblighi contrattuali dell'acquirente.

4. Passaggio del rischio e accettazione

4.1 Il rischio passa all'acquirente al più tardi con la consegna dei pezzi della fornitura allo spedizioniere, al corriere o ad altri terzi incaricati di effettuare la spedizione, e in particolare anche nel caso in cui siano avvenute consegne parziali o se abbiamo sostenuto altre prestazioni, quali i costi di spedizione o il trasporto o l'installazione. Su richiesta dell'acquirente possiamo a sue spese assicurare la spedizione contro furto, rotture, trasporto, incendio e danni alluvionali nonché contro altri rischi assicurabili.

4.2 Se si verifica un ritardo della spedizione a seguito di circostanze imputabili all'acquirente, il rischio passa all'acquirente il giorno in cui l'oggetto della fornitura è pronto per la spedizione e noi gliene diamo notifica. Su richiesta e a spese dell'acquirente possiamo assicurare le spedizioni contro furto, incendio e danni alluvionali nonché contro altri rischi assicurabili.

4.3 Gli oggetti consegnati, anche se presentano vizi non sostanziali, dovranno essere accettati dall'acquirente, fatti salvi i diritti di cui al paragrafo 7.

5. Riserva di proprietà / Assicurazione

5.1 La merce consegnata resta nostra proprietà fino al pagamento completo di tutti i nostri crediti, anche di quelli che sorgeranno in futuro, derivanti dal rapporto commerciale con l'acquirente.

5.2 L'acquirente ha l'obbligo di trattare con cura l'oggetto della fornitura e di assicurarlo a proprie spese contro furto, rotture, incendio, danni alluvionali e altri danni a beneficio del fornitore. L'acquirente dovrà darci prova di aver stipulato l'assicurazione. 

5.3 L'acquirente ha il diritto di cedere a terzi l'oggetto della fornitura nell'ambito di un regolare rapporto commerciale. Nel caso di cessione l'acquirente cede a noi fin da ora i diritti che ne conseguono nei confronti del suo compratore a garanzia del nostro credito del prezzo di acquisto.

5.4 L'acquirente ha inoltre il diritto di rilavorare l'oggetto della fornitura nell'ambito di un regolare rapporto commerciale e di cedere il nuovo oggetto nell'ambito di un regolare rapporto commerciale. Non è consentita la cessione in pegno o la cessione fiduciaria senza nostro previo consenso scritto. Se l'acquirente rilavora l'oggetto della fornitura, tale rilavorazione avviene a nome nostro e per nostro conto come produttori. Acquisiamo così direttamente la proprietà sul nuovo oggetto. Se la lavorazione avviene con materiali di più proprietari, acquisiamo una quota di comproprietà sul nuovo oggetto pari al valore dell'oggetto della fornitura. Se acquisiamo la proprietà o una quota di comproprietà sul nuovo oggetto, trasferiremo all'acquirente la nostra proprietà o la nostra quota di comproprietà sul nuovo oggetto alla condizione sospensiva del pagamento dell'intero prezzo di acquisto.

5.5 Se l'oggetto della fornitura è collegato o mescolato ad altri oggetti dell'acquirente e l'oggetto dell'acquirente è da considerarsi oggetto principale, trasferiremo all'acquirente una quota di comproprietà sull'oggetto principale pari al valore dell'oggetto della fornitura alla condizione sospensiva del pagamento dell'intero prezzo di acquisto ai sensi del punto 5.1.

5.6 Se l'acquirente cede il nuovo oggetto o l'oggetto prodotto dall'unione o dal mescolamento, l'acquirente cede a noi fin da subito il credito del prezzo di acquisto che matura nei confronti del suo compratore per tale oggetto a garanzia del nostro credito del prezzo di acquisto. Nel caso in cui acquisiamo una quota di comproprietà su tale oggetto, l'acquirente cede a noi la quota di credito pari al valore della quota di comproprietà.

5.7 Autorizziamo l'acquirente a incassare i crediti a noi ceduti a suo nome e per nostro conto.

5.8 Se l'acquirente ritarda il pagamento dell'oggetto della fornitura, abbiamo il diritto di recedere dal contratto e di richiedere all'acquirente la restituzione degli oggetti di fornitura consegnati, ma ancora soggetti alla riserva di proprietà.

5.9 Se la legge del paese in cui si trova l'oggetto della fornitura non consente la riserva di proprietà, ma permette al fornitore di riservarsi altri diritti sull'oggetto della fornitura, potremo esercitare questo genere di diritti. L'acquirente dovrà contribuire all'adozione delle misure che vorremo intraprendere per tutelare il nostro diritto di proprietà (o un altro diritto che lo sostituisce sull'oggetto della fornitura).

6. Garanzia

6.1 La nostra prestazione è priva di vizi, se presenta caratteristiche effettive solo minimamente divergenti da quelle concordate nel contratto e se tale differenza è accettabile dall'acquirente.

6.2 L'assenza di vizi dalle nostre prestazioni è da noi garantita come segue: Tutti i vizi contestati per iscritto entro i termini di garanzia saranno da noi eliminati senza che l'acquirente debba sostenere costi, a nostra scelta mediante riparazione o fornitura di pezzi integri (adempimento successivo). Su richiesta, l'acquirente dovrà rispedirci i pezzi difettosi. Se non ci è possibile provvedere a un adempimento successivo di qualità adeguata, prenderemo accordi con l'acquirente. Se l'acquirente lo ritiene accettabile, per soddisfare il nostro obbligo di adempimento successivo potremo fornire altri oggetti di fornitura o soluzioni comprese nel nostro assortimento che presentino nel complesso le caratteristiche concordate o, in mancanza di accordi sulle caratteristiche, caratteristiche definite prive di vizi dalla legge (§§ 434 par. 1, 633 par. 2 del codice civile tedesco BGB).

6.3 Il termine di garanzia è di 12 mesi dalla consegna o, se si è tenuti al collaudo, dal collaudo, in caso di esercizio regolare e di esercizio a un turno. Il collaudo nel senso di cui sopra si intende effettuato, se l'acquirente non rifiuta il collaudo entro tre mesi dalla spedizione del singolo oggetto della fornitura / della singola opera, indicandone i motivi.

6.4 Il termine di garanzia di cui al punto 6.3 non si applica in caso di circostanze straordinarie come l'uso dell'oggetto di fornitura nel quadro di un esercizio a più turni ai sensi del punto 6.9. In questi casi, viste le sollecitazioni particolari cui viene sottoposto l'oggetto della fornitura, si applicano termini di garanzia più brevi, riguardo ai quali, ricevuta la notifica da parte dell'acquirente ai sensi del punto 6.9, prenderemo con lui accordi separati. Il termine di garanzia è inoltre di sei mesi dalla consegna per i pezzi ricondizionati ("refurbished parts"). Su pezzi appositamente contrassegnati, come indicato dalle istruzioni d'uso e dai documenti di spedizione, il termine di garanzia scade al raggiungimento di un numero di ore di esercizio indicato caso per caso.

6.5 I termini di garanzia di cui ai punti 6.3 e 6.4 non si applicano alle richieste di risarcimento dell'acquirente derivanti dal comportamento menzionato al punto 7.1 né nei casi in cui la legge al § 438 par. 1 Nr. 2 (fabbricati e oggetti per fabbricati), § 479 par. 1 (diritto di rivalsa) e § 634a par. 1 Nr. 2 (vizi di costruzione) del codice civile tedesco BGB prescriva termini più lunghi.

6.6 L'acquirente non potrà risolvere eventuali vizi personalmente né farli risolvere a terzi senza il nostro consenso scritto. Questa clausola non si applica in casi di emergenza che mettano a rischio la sicurezza dell'esercizio, se l'intervento serve a impedire danni oltremodo ingenti o se siamo in ritardo con gli adempimenti successivi; anche in questi casi tuttavia dovremo essere avvertiti tempestivamente. Se l'acquirente è autorizzato a risolvere i vizi personalmente o a farli risolvere a terzi, ha diritto al rimborso dei costi adeguati sostenuti per la risoluzione dei vizi.

6.7 Non si presta alcuna garanzia se

a) l'acquirente ha modificato l'oggetto della fornitura senza il nostro consenso o se lo ha fatto modificare da terzi e così facendo ha reso impossibile o improponibile la risoluzione del vizio. In ogni caso i costi aggiuntivi sostenuti per la risoluzione del vizio saranno a carico dell'acquirente;

b) l'oggetto di fornitura non è stato installato o messo in funzione da nostro personale o in seguito alle sue istruzioni;

c) non sono state seguite le nostre istruzioni per l'uso e la manutenzione o l'oggetto di fornitura è stato usato e installato in modo diverso e non conforme;

d) l'oggetto di fornitura non è stato utilizzato da personale addetto, appositamente addestrato;

e) il vizio è da ricondursi alla normale usura, nella misura in cui è da essa determinato o se i nostri interventi in garanzia sono stati vanificati o complicati in misura inaccettabile.

6.8 Per le parti della fornitura non di nostra produzione, es. tutti i componenti elettrici ed elettronici, presteremo una garanzia solo nella misura in cui ci spetta rivendicare la garanzia nei confronti del nostro fornitore. A nostra scelta faremo valere i nostri diritti di garanzia nei confronti del fornitore per conto dell'acquirente o cedendoli all'acquirente. Potranno essere fatti valere contro di noi i diritti di garanzia per questi vizi solo se la rivendicazione per vie legali nei confronti del fornitore non ha dato frutto o se non presenta prospettive, per esempio per insolvenza. Per la durata del contenzioso legale, è sospesa la prescrizione delle pretese di garanzia dell'acquirente nei nostri confronti. 

6.9 L'acquirente dovrà darci comunicazione scritta in tempo utile prima della stipula del contratto, se l'oggetto della fornitura è esposto a condizioni non consuete (es. di natura climatica, locale o di esercizio) o se viene utilizzato su più turni. Se omette di darci le opportune avvertenze per iscritto, il rischio sarà a suo carico.

6.10 Se l'adempimento successivo (eventualmente ripetuto) fallisce, viene da noi negato, risulta inaccettabile al cliente o si rivela superfluo fissare un termine ai sensi dei §§ 281, par. 2 e 323 par. 2 del codice civile tedesco (BGB), l'acquirente potrà a sua scelta ridurre in misura adeguata il compenso o anche recedere dal contratto senza la precedente clausola altrimenti necessaria di un termine adeguato per l'adempimento successivo che sia trascorso senza successo in caso di rilevanza del vizio e, se non dimostriamo l'assenza di nostra responsabilità, richiedere il risarcimento dei danni ai sensi del punto 7 o il rimborso degli oneri da lui sostenuti ai sensi del § 284 del BGB, a meno che l'inconveniente fosse per noi necessariamente imprevedibile.

6.11 L'acquirente ha l'obbligo di dichiarare, dietro nostra richiesta e entro un termine per lui ragionevole e da noi appositamente fissato per iscritto, se persiste nella sua richiesta di prestazione e quali delle rivendicazioni e dei diritti che gli spettano intende far valere. Se l'acquirente non adempie quest'obbligo, l'esercizio di questi diritti o rivendicazioni per la scadenza senza esito necessita di un altro termine per noi ragionevole fissato per iscritto dall'acquirente per l'adempimento successivo, se non abbiamo già precedentemente negato in via definitiva l'adempimento successivo. Sono fatti salvi da parte nostra i diritti di risarcimento danni previsti dalla legge.

6.12 Il diritto di recesso dell'acquirente previsto dalla legge per vizio dell'oggetto contrattuale non presuppone nessuna responsabilità da parte nostra. In tutti gli altri casi di inadempienza di un obbligo l'acquirente può solo recedere dal contratto, se noi dobbiamo sostenere l'inadempienza  dell'obbligo.

7. Responsabilità

7.1 I punti seguenti, da 7.2 a 7.5, si applicano alle richieste di risarcimento di danni di ogni genere, a prescindere dal motivo giuridico su cui si basano (es. responsabilità per vizi dell'oggetto, ritardo, violazione di altri obblighi contrattuali e giuridici, impossibilità, azione non consentita ecc.), ma non alle rivendicazioni derivanti da danni da lesioni vitali, fisiche o riguardanti la salute, violazioni di diritti e rivendicazioni dell'acquirente a seguito di un vizio da noi intenzionalmente taciuto o per difetto di caratteristiche per le quali abbiamo prestato garanzia, a rivendicazioni e diritti dell'acquirente basati su un comportamento doloso o gravemente negligente nostro, dei nostri rappresentanti legali o del personale ausiliario nonché alle rivendicazioni ai sensi della legge sulla responsabilità del produttore. Per le eccezioni sopra citate resta la regolamentazione legale.

7.2 In caso di danni causati da lieve negligenza rispondiamo solo della violazione di diritti e obblighi sostanziali derivanti dalla natura del contratto e la cui violazione ha messo in pericolo il raggiungimento delle finalità del contratto. Per il resto si esclude la nostra responsabilità per danni causati da lieve o semplice negligenza.

7.3Nei casi in cui ci sia imputabile la responsabilità di cui al punto 7.2 per la violazione di obblighi contrattuali sostanziali, tale responsabilità è liimitata alla misura dei tipici danni per noi prevedibili alla stipula del contratto. In questi casi si esclude ogni responsabilità per danni indiretti o conseguenti, come il mancato guadagno.

7.4 Una responsabilità imputabile ai sensi della clausole precedenti per danni tipici, da noi prevedibili alla stipula del contratto è limitata agli importi coperti dalla nostra assicurazione per responsabilità civile aziendale/professionale, che sono pari a due casi per ogni anno solare per 10.000.000 EUR ciascuno per danni a oggetti e persone.

7.5 Le richieste di risarcimento dell'acquirente cadono in prescrizione, se la legge non definisce termini più brevi, in caso di responsabilità per vizi (punto 6) alla scadenza del termine indicato al punto 6.3, frase 1, in tutti gli altri casi a un anno a decorrere dalla fine dell'anno in cui sono state presentate le richieste e l'acquirente viene a conoscenza o si presuppone che debba venire a conoscenza se non per grave negligenza delle circostanze che motivano la richiesta e della persona debitrice. Senza tenere conto della conoscenza o della mancata conoscenza per grave negligenza, queste richieste cadono in prescrizione dopo 5 anni dalla loro presentazione e senza tener conto del momento in cui sorgono e della conoscenza o della mancata conoscenza per grave negligenza dopo 10 anni dall'azione dolosa, dalla violazione dell'obbligo o da altro evento che ha dato luogo al danno (termine massimo).

8. Condizioni particolari nel commercio elettronico

8.1 L'acquirente dovrà garantire, relativamente all'account cliente aperto per la sua azienda, che presentino ordini elettronici solo quei dipendenti dell'acquirente in possesso delle relative autorizzazioni.

8.2 L'acquirente deve garantire, e i suoi dipendenti devono attenersi a tale regola, che le password e i nomi utenti per l'utilizzo dell'account cliente non vengano comunicati a terzi e deve provvedere alla stretta riservatezza e alla protezione di tali informazioni dall'accesso o dalla conoscenza da parte di persone non autorizzate.

9. Software, diritti di utilizzo

9.1 Si esclude la nostra responsabilità per difetti degli oggetti da noi consegnati dovuti al software, se l'acquirente cambia e/o modifica il software senza il nostro consenso e il comportamento difettoso è da ricondursi a tali modifiche. 

9.2 L'acquirente ha l'obbligo di collegare a Internet l'oggetto della fornitura, se questo include un software, e di effettuare le operazioni concordate che ci permettano la manutenzione remota.

9.3 L'acquirente è autorizzato solamente a installare gli update del software da noi approvati. Se si installano questi update, l'acquirente ha l'obbligo di verificare la compatibilità dell'update con le impostazioni della singola macchina mediante una serie di test supervisionati da personale specializzato prima di iniziare la produzione.

9.4 La cessione dei diritti di utilizzo del software si basa sulle condizioni di licenza per il cliente finale (EULA) del singolo produttore di software, applicabili in misura corrispondente nel rapporto contrattuale tra noi e l'acquirente. Tali condizioni di licenza sono parte integrante di tale contratto. Con la messa in funzione del software, l'acquirente conferma di accettare le condizioni di licenza del produttore del software che noi trasmettiamo insieme al software e a tutti i componenti e alle copie di backup, per richiedere l'autorizzazione alla cessione dei diritti di utilizzo da noi all'acquirente. Prima di tale operazione non è consentito utilizzare il software.

10. Diritto applicabile, foro competente

10.1 Le nostre Condizioni Generali di Vendita non modificano l'onere della prova previsto dalla legge a carico dell'acquirente.

10.2 Foro competente esclusivo per tutti i contenziosi direttamente o indirettamente riconducibili al rapporto contrattuale è Stoccarda. Possiamo però fare causa all'acquirente anche presso la sua sede.

10.3 Si applica esclusivamente il diritto tedesco, ad esclusione delle norme sui conflitti di legge del diritto privato internazionale e del diritto di compravendita internazionale (convenzione delle Nazioni Unite).

Fine delle Condizioni di vendita e fornitura

su

Contatto sede centrale

elumatec AG
Pinacher Straße 61
75417 Mühlacker
Germania

Telefono +49 7041 14-0
Fax +49 7041 14-280
mail(at)elumatec.com

Download